Intelligenza Artificiale AI & Business

Come gli assistenti virtuali possono cambiare le assicurazioni

1 Giugno 2022 4 min read

author:

Come gli assistenti virtuali possono cambiare le assicurazioni

Reading Time: 4 minutes
Contenuto 1. Contesto Insurance
2. Come l’AI Conversazionale può dare supporto al settore Insurance?
2.1 Coinvolgimento del cliente e lead generation
2.2 Elaborazione e liquidazione dei sinistri
2.3 Pagamenti
2.4 Marketing
3. AI Conversazionale e tutte le altre soluzioni di Userbot per l’Insurance


Il settore Insurance è molto cambiato negli ultimi anni e, nonostante le pratiche burocratiche lo rendano ancora uno dei campi più difficili da digitalizzare, gli assistenti virtuali basati sull’AI Conversazionale  sono in grado di accelerare questo cambiamento e migliorare la comunicazione tra cliente e assicurazione con possibilità di fare upselling e guidare gli acquisti. 

I clienti nel mercato assicurativo si affidavano e tutt’ora lo fanno al passaparola positivo che genera fiducia per scegliere il brand di assicurazione alla RC Auto alla polizza sulla vita passando per l’assicurazione sulla casa, le famiglie italiane fino a qualche anno fa decidevano di rivolgersi a un’unica agenzia per tutto il pacchetto di polizze ma soprattutto si andava in loco, presso le agenzie fisiche a scegliere e contrattualizzare l’assicurazione. Ciò significa che la componente umana, il venditore aveva un ruolo chiave.

Oggi le cose stanno cambiando : i clienti possono acquistare i propri pacchetti online, configurandone la composizione per abbassare il prezzo o aumentare le coperture, possono leggere recensioni e confrontare le offerte di diversi fornitori di assicurazioni e fare tutto in modalità self-service. Inoltre, con la crescente concorrenza nel settore, i clienti hanno tantissime opzioni tra cui scegliere: se un fornitore non soddisfa le aspettative, il cliente non fidelizzato passerà rapidamente a un concorrente. 

In un contesto simile, le assicurazioni hanno iniziato a interrogarsi su come fare per attirare e fidelizzare i clienti: la risposta, a questa domanda, è l’Intelligenza Artificiale. Infatti, uno studio, condotto da IBM, sostiene che il 95% degli executive delle compagnie assicurative ha in programma di investire nell’AI nei prossimi anni.

Come l’AI Conversazionale può dare supporto al settore Insurance?

LIntelligenza Artificiale diventerà un aiuto prezioso per le persone che lavorano nel settore Insurance e per i loro clienti, l’intelligenza conversazionale in particolare ha il ruolo di differenziare il servizio clienti e rendere più umana ed empatica l’esperienza di acquisto online, un pò come il venditore nelle agenzie fisiche di diversi anni fa. 

La concorrenza è agguerrita e folta, dicevamo: cosa si aspettano, perciò, i clienti dalle agenzie di assicurazioni? Cosa privilegiano durante la scelta?

Secondo la nostra esperienza, i potenziali clienti si aspettano servizi on demand, un’assistenza impeccabile e un’esperienza più personalizzata: difficile soddisfare queste aspettative senza coinvolgere l’AI Conversazionale, perché la maggior parte dei processi di acquisto e contrattazione avviene online.

Secondo una ricerca di EY, infatti:

– Il 69% dei clienti preferisce acquistare l’assicurazione auto online

– Il 61% è predisposto a valutare l’acquisto di un’assicurazione sanitaria online

– Il 58% è predisposto a considerare l’acquisto di un’assicurazione sulla vita online.

Ecco quindi di seguito in concreto come gli assistenti virtuali basati su AI Conversazionale possono dare supporto a chi lavora in ambito Insurance.

2.1 Coinvolgimento del cliente e lead generation

Il primo approccio del cliente all’agenzia di assicurazioni è la ricerca online. Una volta selezionate le offerte più adatte alle esigenze, il cliente inizia la fase di richiesta informazioni. Le informazioni più richieste riguardano le politiche aziendali o domande più specifiche, ma sempre molto ricorrenti, come ad esempio quelle sulla possibilità di ereditare la classe di merito sulla RC Auto.

Di solito, il personale passa molto tempo a fornire informazioni agli utenti: grazie agli assistenti virtuali il problema è invece presto risolto.

2.2 Elaborazione e liquidazione dei sinistri

La richiesta di liquidazione di sinistri è molto frequente e la sua risoluzione può essere completamente automatizzata grazie all’AI Conversazionale. 

È sufficiente che gli assicurati forniscano all’assistente virtuale i propri dati e informazioni sulla natura dell’incidente perché la pratica venga aperta automaticamente.

L’assistente virtuale è un alleato prezioso per il team umano, perché smarca efficacemente la parte burocratica della segnalazione del sinistro facendo intervenire il professionista solo quando la pratica è particolarmente complessa o quando richiede un intervento di alto valore aggiunto.

2.3 Pagamenti

Gli assistenti virtuali possono guidare gli utenti durante tutta la fase di pagamento del premio annuale, proponendo diversi canali di pagamento e ricordando la scadenza della polizza. 

In più, possono anche suggerire implementazioni per la polizza scelta, offerte speciali e pacchetti personalizzati.

4. Marketing

Come appena sottolineato, gli assistenti virtuali possono intraprendere attività di cross-selling o up-selling, dando suggerimenti personalizzati. Nel tempo, grazie al deep learning ovvero i  sistemi di auto apprendimento, l’AI potrà ricordare il profilo del cliente e proporre prodotti sempre più adatti alle sue esigenze, con la possibilità di scaricare report e dati preziosissimi per l’ufficio marketing. Rispetto alle tradizionali campagne di adv, un messaggio pubblicitario veicolato per mezzo dell’AI Voice ha un tasso di apertura compreso tra l’85% e il 98%, lo sapevi?

AI Conversazionale e tutte le altre soluzioni di Userbot per l’Insurance

Grazie all’AI Conversazinale la tua agenzia di assicurazioni:

  • Potrà assistere i tuoi clienti 24/24 – 7/7 facendo sentire i tuoi clienti rassicurati. Nell’ambito delle assicurazioni è molto importante che gli utenti si sentano ascoltati e che possano essere certi che la loro pratica sia stata rapidamente presa in carico. 
  • Vedrà un aumento della produttività, poiché con gli assistenti virtuali gli agenti sono sollevati dagli incarichi ripetitivi e possono essere coinvolti in sfide più complesse e orientate alla crescita 
  • Avrà un risparmio significativo dei costi di assistenza clienti grazie al trasferimento delle richieste ripetitive dagli assistenti umani agli assistenti virtuali

Secondo un sondaggio di Statista del 2019, il 43% dei clienti si sente a proprio agio nell’usare gli assistenti virtuali per acquistare polizze assicurative: non aspettare oltre, entra a far parte del cambiamento!

Vuoi sapere di più? Visita il nostro sito e scopri le soluzioni di Userbot per la tua azienda.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.